Storia delle mura di Bologna

In molte città d’Italia, alla fine del secolo scorso, le mura medievali e le relative portevennero considerate improvvisamente inutili e per la maggior parte demolite. Il piano regolatore del 1889, a Bologna, aveva preso in considerazione l’abbattimento delle mura costruite nel trecento. Di queste mura, che già in precedenza erano state private della merlatura, oggi restano solo brevi tratti e in alcuni punti conservano un fossato o la porta, divenendo cosi suggestiva testimonianza di un passato medievale. Mura e porte oggi si trovano in corrispondenza dei viali di circonvallazione, utilissimi perché permettono di girare intorno al centro ripercorrendo il tracciato dell’antica cerchia delle mura e utilizzare come punti di riferimento le porte; quante volte dando un indicazione , o per fissare un appuntamento si fa riferimento a una Porta. Come scrive Aldo Rossi nel suo libro:
“L’architettura della città”: <<un fatto urbano determinato da una funzione soltanto non è fruibile oltre l’esplicazione di quella funzione. In realtà noi continuiamo a fruire di elementi la cui funzione è andata da tempo perduta; il valore di questi fatti risiede quindi unicamente nella loro forma>>.

La seconda Cerchia (quella detta del Mille) ricostruita sulla pianta di Bologna delle stanze Vaticana

Vi fu da parte degli storici una fioritura di opinioni circa il numero e la datazione delle cerchie di mura della città. Furono ipotizzate fino a cinque cerchie di mura mentre risulta più verosimile l’opinione che la città abbia avuto tre cerchie soltanto: una risalente all’età romana, una attorno all’anno mille e una in età comunale. Vi fu, inoltre, un ulteriore fortificazione della città: un ampio giro di terrapieni trincee, lunette e batterie realizzata subito dopo l’annessione al Piemonte e che venne a costituire quello che veniva definito il campo trincerato di Bologna. Oggi rimane di questo un ricordo in alcuni toponimi come la Lunetta Gamberini e il Forte Bandiera.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...